Octagone Hub creativo, per gioco

Ciak, si gira! Arriva lo spot – primo tempo

14 febbraio 2020 / by Luca Poletti

Octagone avrà il suo spot, uno spot di Natale!

Già, ma come si fa uno spot?

Di preciso non saprei, non c’era nel programma di ragioneria!

Adesso però ti racconto come ho fatto io.

 

SCENEGGIATURA

Per fare uno spot di Natale serve prima di tutto una sceneggiatura, quindi: carta, penna e tante tisane allo zenzero e cannella.

Il copione dello spot racconta la storia di un gruppo di amici …

Giusto! Gli amici! Mi mancavano gli attori per interpretare gli amici. Questi li dovevo proprio trovare…

 

CAST

-Facciamo così – ho pensato – invece di cercare sei attori che facciano gli amici, troviamo sei amici che facciano gli attori, così sarà più facile farli entrare nella parte. Trovati!

Ho cercato di disegnare ogni personaggio ricalcando le caratteristiche degli attori/amici, per rendere loro il lavoro più facile e il tutto più credibile. Tra di loro comunque c’é chi ha esperienze teatrali. In particolare Valentina, che vanta un curriculum come attrice di teatro sociale. Questo linkillustra l’attività di Valentina. La nostra attrice é anche regista specializzata nel lavoro con i bambini, ecco spiegato perché si sia trovata immediatamente a proprio agio in mezzo a noi ;).

Ed ecco Miki. Attore per necessità ma elettricista per vocazione, lui ha portato la luce sul set. Perfetto per la sua leggerezza, la sua essenza serafica, impossibile trattenere le risate quando entra in scena, quando non resta che “rifare, e questa volta non ridete!” . Monica! Digiuna di recitazione, per me é la lieta conferma di un’intuizione; perfetta nel suo ruolo. Con il suo sorriso affronta tutte le prove senza alcun pudore… cioé, intendevo dire “timore”, senza alcun timore. Albino non ha avuto il tempo di pentirsi della propria scelta e si è fatto valere fin quasi alla fine… Lo ricorderemo sempre così. Betty si é confermata l’amorevole padrona di casa che mi aspettavo, pronta ad accogliere, coccolare e viziare i suoi ospiti. Ne manca uno solo, Fabio padrone di casa sulla scena e nella vita, un autentico animale da palcoscenico, vedere per credere. Grazie alla sua disponibilità abbiamo trovato la location perfetta per lo spot.

LOCATION

Villa Muffi si trova alle porte di Sondrio e, come dice qualcuno “qui sembra Natale anche senza decorazioni”. É una stupenda “casa vacanza” immersa nel verde e con un ampio salone dalle grandi vetrate. Ispira convivio e amicizia, se poi accendi il camino pensi sia ora di scambiarsi i doni.

 

SCENOGRAFIA

Per preparare Villa Muffi al Natale non ci siamo proprio fatti mancare niente: albero, pacchetti, e ghirlande nel segno della tradizione, ma anche orsi, alci, pupazzi di neve e folletti. Per le luci non ci siamo certo contenuti. Ringrazio ancora Fondazione Albosaggia per aver concesso il prestito di 16 metri di luminarie nuove e bellissime Che autentica emozione per tutti quando ho attaccato la spina e un’ondata di luce ci ha avvolto. La scenografia é stata impreziosita da un bellissimo pupazzo di neve realizzato con i palloncini dalle abilissime mani di Alessandra di Lalla Balloon Art , la donna che sa dar forma all’aria.

Da solo non sarei mai riuscito a preparare e seguire tutto. In fase di allestimento tutti hanno dato una mano, anche chi non ha recitato come Laura e Giorgio, sempre disponibili anche durante le riprese. Non dimentico un’altra Alessandra che, coinvolgendo il Rugby Sondrio , ha fornito il necessario per realizzare alcune scene, come quella del… ops, quasi lo dicevo!

 

INTERVALLO

 

SECONDO TEMPO

 

 

Luca Poletti

#octagoneboardgame

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *