Octagone Hub creativo, per gioco

Vietato ai minori

12 ottobre 2020 / by Luca Poletti

Tranquillo, non c’é nulla di scabroso, voglio solo fare un po’ di chiarezza su un dubbio che magari ti é venuto osservando la confezione di Octagone.

Voglio essere trasparente.

Se sei attento avrai notato che sul tubo o sulla busta di Octagone é ben chiara la segnalazione, espressa con un simbolo o con un avviso, che avverte che il prodotto é destinato a un pubblico di età superiore ai 14 anni.

Quindi, tu che hai comprato Octagone per giocarci con tuo figlio, ci devi rinunciare?

Direi proprio di no, e ti spiego perché.

In Italia la normativa sui giocattoli é regolata dal D.Lgs.54/2011 che disciplina la conformità degli stessi alle norme comunitarie. In pratica, attraverso società di certificazione, viene accertato il rispetto dei parametri imposti e così si può porre il famoso CE sulla confezione. Va precisato che il mondo dei giocattoli é vastissimo, si va dai peluches ai soldatini, dalle bambole ai giochi elettronici. Molti di questi giochi son ricchissimi di componenti di materiali diversi e dimensioni anche microscopiche (potenzialmente ingeribili) e il loro stesso funzionamento potrebbe effettivamente rappresentare un pericolo per l’incolumità di un under 14.

In questo fantastico e variegato universo ludico il caro vecchio gioco in scatola rappresenta forse l’articolo meno minaccioso perché, e qui penso nello specifico a Octagone, costituito da carta e cartone e con elementi di dimensioni sufficientemente generose.

Ho ricercato una società certificatrice seria, mi sono fatto spiegare i vincoli che tale certificazione comporta e, infine, ho chiesto un preventivo.

A questo punto voglio ricordarti che l’elemento caratterizzante del progetto Octagone é la volontà di creare quante più versioni possibili del gioco, in materiali e di forme diverse, perché infinite sono le storie da raccontare.

Quindi, potenzialmente, infinite sarebbero anche le certificazioni da richiedere. Ti risparmio il passaggio su a quanto ammonti il preventivo di una singola certificazione, te lo lascio immaginare e moltiplicare per infinite storie…

 

Da qui la mia scelta, che é la stessa di molti autori indipendenti di giochi da tavolo.

Dal momento che i costi della certificazione vengono inevitabilmente riversati sul prezzo di vendita é quindi necessario produrne molte copie per diminuire il costo per unità. Quindi abbiamo due possibilità:

1 Mi prenotate un migliaio di copie di Octagone CE e io posso impegnare le mie risorse per produrle.

2 Come, non ti basta il punto 1? Peccato, ci contavo!

Scherzi a parte, io ho scelto un’altra soluzione.

 

Il pubblico di riferimento di Octagone é over 14, il che non significa che gli under 14 non siano in grado di giocarci ( potenzialmente il gioco é comprensibile dai 6/7 anni in su) o di apprezzarlo, anzi. Semplicemente un articolo rivolto ad un pubblico over 14 anni a norma di legge non é riconosciuto come un giocattolo quindi non deve sottostare al D.Lgs.54/2011 ma a leggi diverse, che comunque esistono, che consentono maggiori possibilità di creare serie sempre diverse.

Come secondo punto (questa volta esiste 😉 ) una volta compresi quali siano i parametri in cui si deve rientrare per ottenere la certificazione CE, mi sono impegnato a rispettarli il più possibile.

In che modo?

Prima di tutto Octagone non presenta miniature che potrebbero essere ingerite accidentalmente, poi i materiali…

Octagone é costituito essenzialmente di carta e cartone stampati, plastificati e incollati insieme

La carta che riveste le pedine, ad esempio, é conforme alle norme en71 specifiche per i giocattoli, l’inchiostro utilizzato per gli stampati é impiegato anche in campo alimentare per le confezioni di cibo e la colla é di origine organica.

Volendo ci sarebbero anche materiali non altrettanto sicuri ma che costano meno, ma stai tranquillo che questa opzione non la prendo in considerazione nè io nè i professionisti che mi affiancano in questo magnifico progetto.

Tornando alla prima domanda, ecco la mia risposta:

io giocherei tranquillamente a Octagone con mio figlio under 14, non é contro la legge.

Al limite sarà lui a controllare che io non vada in pericolo mangiando le tessere, dopo l’ennesima sconfitta!

Luca Poletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *